Università e Media: la notizia tra TV, rete e carta stampata

Bari, 4 luglio 2017
Aula Magna, Università degli Studi di Bari

La rivoluzione digitale degli ultimi anni ha modificato radicalmente il modo di comunicare delle università italiane e ha inciso sull’attività degli uffici stampa, che si sono trovati a dover fronteggiare, da un lato, l’esigenza di dare visibilità a un numero sempre crescente di iniziative, dall’altro, a dover sviluppare nuove competenze e professionalità per operare con i nuovi media. Ma cosa è cambiato veramente nel ruolo e nell’attività dell’addetto stampa delle università? Quali strategie devono essere messe in atto per sviluppare la visibilità dell’ateneo sui media tradizionali e digitali? Il workshop si pone l’obiettivo di fare dialogare addetti stampa e giornalisti, due figure fondamentali per aumentare il valore percepito delle università dai diversi stakeholder.

ore 9.30 – 12.30
Relatori:
Maurizio Paglialunga, Ordine dei Giornalisti
Emilio Orlando, La Repubblica
Modera:
Tommaso Forte, giornalista

ore 13.30 – 16.30
Relatori:
Stefano Natoli, Il Sole 24 ore
Giovanni Ruggiero, Libero
Modera:
Vittorio Bisceglie, giornalista, Responsabile Ufficio stampa, Università di Bari

I relatori:

Maurizio Paglialunga 
Ordine dei Giornalisti
Caporedattore de “Il Gazzettino”. Inizia l’attività giornalistica nel 1978. Dopo un periodo alla redazione romana del quotidiano “Il Secolo XIX”, nel 1980, passa a “Il Gazzettino” a Venezia. All’inizio degli anni ’80 segue tutte le vicende di terrorismo nel Nordest. Dopo un periodo alla redazione romana, torna a Venezia in qualità di responsabile delle Cronache italiane. Poi la nomina a caporedattore, nell’ufficio centrale de “Il Gazzettino”. Attualmente è il responsabile della redazione sportiva. Per sei anni (dal 1995 al 2001) è stato consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto: nel corso del mandato ha dato vita, tra l’altro, alla Scuola di Giornalismo “Dino Buzzati”, finalizzata alla formazione professionale ed all’aggiornamento. Lunga anche la militanza sindacale degli organismi di categoria.

Stefano Natoli
Il Sole 24 Ore
Giornalista professionista de Il Sole 24 Ore. Ha iniziato nel 1995 scrivendo di commodities per l’agenzia Radiocor e per la rivista Agrisole. Successivamente si è occupato di piccole e medie imprese, curando newsletter sui temi del risparmio gestito. Dal 2002 al 2003 ho lavorato al desk di Cnnitalia. Per la Presidenza del Consiglio ho redatto dossier su temi economico-finanziari e schede di natura congiunturale. Ha scritto per ‘Ventiquattrominuti’, free press del gruppo Sole 24 Ore, su argomenti legati alla cronaca milanese e lombarda. Per Il Sole 24 ore del Lunedì ha curato l’agenda degli appuntamenti macroeconomici.

Emilio Orlando
Repubblica
Giornalista di cronaca nera e giudiziaria per “la Repubblica”. Ha seguito i maggiori casi di nera accaduti negli anni a Roma ed in provincia. Specialista in dinamiche criminali e sociali, si occupa anche di fenomeni come la ludopatia e altre dipendenze. Attento osservatore delle dinamiche criminali legate oltre che alla criminalità di strada anche a quella organizzata ed alle nuove mafie. Colabora come opinionista tutti i giorni presso “Radio Roma Capitale”.
È dirigente sindacale presso i sindacati dei giornalisti “Sindacato Cronisti Romani” e membro dell’Unci (Unione Nazionale Cronisti Italiani).

Giovanni Ruggiero
Libero
34 anni, dal 2015 è redattore a Milano per il sito liberoquotidiano.it. Da freelance è stato corrispondente dalla Puglia del quotidiano Libero e di radio Capital. Laureato in scienze della Comunicazione all’università degli studi di Bari, prima di entrare nell’Ifg di Urbino nel 2012, per cinque anni è stato addetto stampa per la Federbasket pugliese, curando anche le gare di qualificazione all’Europeo svolte a Bari, per il Comune di Mola, per diverse società sportive e culturali.  Appassionato di tecnologia e innovazione, si interessa della digitalizzazione della vita quotidiana spiegata ai nativi analogici.

Iscrizione:
La partecipazione al seminario è gratuita per i soci Aicun in regola con il pagamento della quota associativa 2017.
In base al protocollo d’intesa siglato tra AICUN e l’Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica e Istituzionale, la partecipazione al Forum dà diritto a 2 crediti per la qualificazione di “comunicatore pubblico”.

Per i non soci la quota di partecipazione è fissata in euro 250 (+ iva se dovuta).
Per i soci di Comunicazione Pubblica non iscritti ad AICUN la quota di partecipazione è di 190 euro (+ iva se dovuta).

Modulo di iscrizione e copia del bonifico attestante il pagamento dovranno essere inviati a:
infoaicun@gmail.com entro venerdì 30 giugno 2017.

Scarica la Scheda iscrizione al Seminario formativo (in formato .pdf)
Scarica il Programma (pieghevole in formato. pdf)
Scarica la locandina del seminario formativo (in formato.pdf)

Info:
Direttivo AICUN
infoaicun@gmail.com